I consigli del professionista

Spesso e volentieri l'uso dei guanti monouso è dato per scontato e, a causa della limitata conoscenza sulle varie tipologie di guanti, raramente vengono utilizzati in modo efficiente. 

Prodotti per essere impiegati una sola volta e poi gettati via, nel settore Horeca i guanti monouso hanno come scopo primario quello di proteggere la salute di chi li indossa e delle persone per le quali viene preparato del cibo, prevenendo la cosiddetta contaminazione incrociata. 

Tu quanto ne sai sui guanti e, soprattutto, sei sicuro di utilizzare i più adatti?

In questo articolo vogliamo far luce su questi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) in modo che tu possa esser certo di utilizzare i guanti giusti per la tua attività.

I tre tipi di guanti usa e getta più utilizzati sono in lattice, nitrile e vinile; materiali che si differenziano per specifici punti di forza e debolezza:

Guanti in lattice

I guanti in lattice sono realizzati in gomma naturale e, poiché molto sottili, non ostacolano il senso del tatto risultando la scelta preferita di medici e di chi si occupa di pulizia. Caratteristica è la loro elesticità e capacità di riassumere la forma originale quando sottoposti a pressione o allungamento.

Punti di forza

  • Prodotti su ampia scala, sono un'opzione altamente conveniente;
  • Si adattano come una seconda pelle garantendo massimo comfort;
  • Pur essendo biodegradabili, hanno un alto livello di impermeabilità;
  • Garantiscono un livello molto elevato di protezione contro i batteri e alcuni prodotti chimici;
  • Sono leggermente spolverati risultando più facili da indossare e togliere.

Punti di debolezza

  • Causano allergie a molte persone;
  • Si forano facilmente;
  • Il loro costo varia in base alla disponibilità delle risorse naturali.

Guanti in nitrile

Mentre i guanti in lattice sono realizzati con un materiale naturale, quelli in nitrile sono realizzati in gomma sintetica. Questi sono i guanti più diffusi nei luoghi di lavoro poiché, non contenente lattice, sono un'opzione più sicura per evitare allergie tra il personale. 

Punti di forza

  • Sono ideali per ambienti di lavoro di grandi dimensioni che possono impiegare soggetti allergici al lattice;
  • Idonei al contatto con alimenti grassi in linea con le normative vigenti sui Materiali e Oggetti destinati al Contatto con Alimenti (MOCA - Du.2004/195/CEE e Reg.CE 10/2011);
  • Sono i guanti monouso con la maggiore resistenza alla perforazione;
  • Di lunga durata e durevoli, possono essere indossati per periodi più lunghi;
  • Forniscono un livello molto elevato di protezione contro i batteri e alcuni prodotti chimici.

Punti di debolezza

  • Non si adattano bene o comodamente come il lattice;
  • Sono più costosi da produrre e di conseguenza più costosi da acquistare;
  • Non sono biodegradabili.

Guanti in vinile

I guanti in vinile sono sintetici e dunque meno costosi degli appena citati guanti in nitrile. Fornendo una protezione più che adeguata per chi li utilizza, sono quindi una scelta molto popolare nell'industria alimentare dove il contatto con sostanze pericolose è poco frequente.

Punti di forza

  • Latex free, sono ideali per ambienti di lavoro di grandi dimensioni che possono impiegare personale allergico al lattice;
  • Sono utilizzabili per le preparazioni alimentari in catering e ristorazione, fatta eccezione per alimenti grassi e alcolici;
  • Sono l'opzione più economica rispetto a tutte le altre.

Punti di debolezza

  • Sono larghi (il senso del tatto è limitato) e soggetti a forature;
  • Forniscono poca protezione contro sostanze pericolose, batteri o sostanze chimiche;
  • Non sono biodegradabili.

Guanti con polvere vs Guanti senza polvere

Superata la "problematica" relativa al materiale, un altro aspetto da considerare nella scelta dei guanti monouso è: con o senza polvere?

Il più delle volte i guanti sono impolverati per risultare più facili da indossare e togliere, tuttavia alcuni soggetti potrebbero avere reazioni allergiche o semplicemente non gradire lo strato di polvere che i guanti lasciano sulla mano dopo il loro utilizzo.

I guanti senza polvere, tuttavia, sono spesso più costosi in quanto la polvere (con cui vengono sviluppati) deve essere rimossa durante il processo di produzione.

Migliori pratiche quando si utilizzano guanti monouso

  • Controllare ogni guanto prima di utilizzarlo per assicurarti che non vi siano strappi o fori, soprattutto quando si lavora con sostanze ad alto rischio;
  • Lavare e asciugare sempre accuratamente le mani prima di utilizzare guanti monouso;
  • Non lavare né riutilizzare mai i guanti usa e getta;
  • In alcune occasioni, si consiglia l'uso del "doppio guanto" per fornire una protezione aggiuntiva dalle sostanze pericolose in caso di rischio di perforazione dello strato.

Indipendentemente dal materiale o dal fatto che siano con o privi di polvere, sapevi che per la preparazione di cibi si dovrebbe prediligere guanti di colore blu?

La ragione è semplice, essendo questo un colore poco presente tra gli alimenti, usare guanti blu permette d'individuare immediatamente possibili residui accidentalmente finiti nel piatto!

Condividi